Jo Nesbø: un nuovo caso per Harry Hole

Nuovo appuntamento con uno dei piú grandi autori di crime al mondo (oltre 40 milioni di copie vendute) e nuovo caso per l’investigatore Harry Hole. Jo Nesbø è tornato in libreria con “Il coltello” (Einaudi, pp 623, euro 20), il suo dodicesimo romanzo della saga dedicata al rude poliziotto norvegese.

Nel nuovo romanzo, Harry Hole è di nuovo a terra. Ha ricominciato a bere, e da quando Rakel lo ha cacciato di casa abita in un buco a Sofies gate. Nell’appartamento ci sono soltanto un divano letto e bottiglie di whisky sparse ovunque. Ma Harry non è mai abbastanza sobrio da curarsene. La maledetta domenica in cui si sveglia da una sbornia colossale, non ha il minimo ricordo di cosa sia successo la notte precedente. Quel che è certo, però, è che ha le mani e i vestiti coperti di sangue. Forse, si convince, è diventato davvero un mostro. Adesso c’è un caso bomba da risolvere. Il piú devastante della sua carriera.

Il coltello e i precedenti romanzi di Jo Nesbø li trovi alla LIBRERIA FELTRINELLI di Euroma2

 

Concita De Gregorio: la notte della politica

Un nuovo romanzo per Concita De Gregorio che dopo molto tempo torna a raccontare la politica. “Nella notte” (Feltrinelli, pp 240, euro 16,50), in circolazione da alcune settimane, è arrivato in libreria dopo l’assegnazione alla scrittrice lucchese del Premio Arrigo Benedetti 2019, riconoscimento dedicato alle migliori firme giornalistiche del nostro Paese.

Muovendosi tra la cronaca politica, descritta nei suoi retroscena con profonda conoscenza delle persone e delle storie reali, e il ritratto di Nora D. e Alice, due giovani donne costrette ad agire in un mondo ostile – e molto maschile –, con “Nella notte” Concita De Gregorio racconta una storia di potere esemplare: la matrice del presente, la minaccia perpetua sul futuro. Un romanzo teso, elettrico, che ha il respiro del thriller e la potenza del ritratto generazionale.

Nella notte e le precedenti pubblicazioni di Concita De Gregorio le trovi alla LIBRERIA FELTRINELLI di Euroma2

 

De Giovanni: un nuovo noir a tinte rosa

Nuovo appuntamento con il maestro del noir Maurizio De Giovanni e la sua più recente invenzione letteraria, la detective Sara Morozzi, svelata per la prima volta lo scorso anno con il romanzo “Sara al tramonto”. La seconda avventura della serie si intitola “Le parole di Sara” (Rizzoli, pp 390, euro 19) e riconferma lo scrittore napoletano una delle penne più originali e prolifiche del noir italiano (foto principale del post di Matthew Henry).

Protagoniste del nuovo romanzo sono due donne che “si parlano con gli occhi”. Conoscono il linguaggio del corpo e per loro la verità è scritta sulle facce degli altri. Entrambe hanno imparato a non sottovalutare le conseguenze dell’amore. Sara Morozzi l’ha capito molto presto, Teresa Pandolfi troppo tardi. Diverse come il giorno e la notte, sono cresciute insieme: colleghe, amiche, avversarie leali presso una delle più segrete unità dei Servizi. Per amore, Sara ha rinunciato a tutto, abbandonando un marito e un figlio che ha rivisto soltanto sul tavolo di un obitorio. Per non privarsi di nulla, Teresa ha rinunciato all’amore. Trent’anni dopo, Sara prova a uscire dalla solitudine in cui è sprofondata dalla scomparsa del suo compagno, mentre Teresa ha conquistato i vertici dell’unità. Ma questa volta ha commesso un errore: si è fatta ammaliare dagli occhi di Sergio, un giovane e fascinoso ricercatore. Così, quando il ragazzo sparisce senza lasciare traccia, non le resta che chiedere aiuto all’amica di un tempo. E Sara, la donna invisibile, torna sul campo. Insieme a lei ci sono il goffo ispettore Davide Pardo e Viola, ultima compagna del figlio, che da poco l’ha resa nonna, regalandole una nuova speranza…

Le parole di Sara e i precedenti romanzi di Maurizio De Giovanni li trovi alla LIBRERIA FELTRINELLI di Euroma2

 

Connelly: doppia verità per il detective Bosch

Ogni nuovo romanzo di Michael Connelly è una garanzia per i thriller-dipendenti di tutto il mondo. Lo scrittore americano è appena tornato in libreria con una nuova storia del “detective senza macchia” Harry Bosch, lanciato nei suoi libri oltre 20 anni fa. Il nuovo romanzo, che arriva a un anno di distanza da “Il lato oscuro dell’addio”, si intitola “Doppia verità” (Piemme, pp 384, euro 19,90).

La verità – scrive Connelly – può essere di due tipi: quella che libera, e quella che uccide. Nel nuovo romanzo ci racconta che il detective Harry Bosch non ha lasciato il dipartimento di polizia di Los Angeles dove ha lavorato per una vita, nel più felice dei modi. Da un po’ di tempo ha voltato pagina e ora si occupa di “casi freddi” per la polizia di San Fernando, piccola municipalità dell’area di Los Angeles. Scavare nel passato, alla ricerca di nuovi indizi in vecchi casi rimasti irrisolti, gli sembra la cosa più adatta a lui, in questo momento della sua vita. Ma quando due farmacisti della cittadina vengono ammazzati nel loro negozio, il suo nuovo capo gli chiede una mano: e così, insieme alla detective Bella Lourdes, Bosch si ritrova coinvolto in un caso che di “freddo” ha ben poco. Nel frattempo, però, il fantasma del LAPD torna a fargli visita: Preston Borders, omicida e stupratore che trent’anni fa Bosch assicurò al braccio della morte, ha presentato un ricorso. A quanto pare, ci sono nuove prove a favore della sua innocenza, e Bosch è nel mirino: non solo avrà bisogno del suo avvocato, Mickey Haller, per difendersi da accuse di incompetenza e inquinamento di prove, ma soprattutto, agli occhi del mondo, rischia di essere nient’altro che il poliziotto che ha mandato in prigione l’uomo sbagliato. A meno che, nei nove giorni di tempo prima che Borders venga scarcerato, Bosch non riesca a smontare il nuovo caso, e trovare altre prove della colpevolezza del detenuto…

Doppia verità e gli altri romanzi di Michael Connelly li trovi alla LIBRERIA FELTRINELLI di Euroma2

 

Donato Carrisi torna sulle tracce del Suggeritore

A dieci anni dall’esordio con il bestseller internazionale “Il suggeritore”,  un nuovo appuntamento con uno dei più amati maestri italiani del thriller: Donato Carrisi rilancia la sfida con “Il gioco del suggeritore” (Longanesi, pp 400, euro 22). Gli ingredienti? Un omicidio senza vittime, un uomo senza identità, un’indagine senza soluzioni. Perché il gioco non è mai finito…

(foto-ritratto in alto: © Gianmarco Chieregato)

Il nuovo romanzo, pubblicato lo scorso dicembre, si apre con una chiamata al numero della polizia che arriva verso sera da una fattoria isolata, a una quindicina di chilometri dalla città. A chiedere aiuto è la voce di una donna, spaventata. Ma sulla zona imperversa un violento temporale, e la prima pattuglia disponibile riesce a giungere soltanto ore dopo. Troppo tardi. Qualcosa di sconvolgente è successo, qualcosa che lascia gli investigatori senza alcuna risposta possibile – soltanto un enigma. C’è un’unica persona in grado di svelare il messaggio celato dentro al male, ma quella persona non è più una poliziotta. Ha lasciato il suo lavoro di cacciatrice di persone scomparse e si è ritirata a vivere un’esistenza isolata in riva a un lago, con la sola compagnia della figlia Alice. Tuttavia, quando viene chiamata direttamente in causa, Mila Vasquez non può sottrarsi. Perché questa indagine la riguarda da vicino. Più di quanto lei stessa creda…

Il gioco del suggeritore e i precedenti romanzi di Donato Carrisi li trovi alla LIBRERIA FELTRINELLI di Euroma2

Glenn Cooper e il mistero delle tre vergini

Amatissimo dai lettori italiani, il re americano del thriller storico è recentemente tornato nelle librerie con “I figli di Dio” (Nord, pp 448, euro 20), un nuovo romanzo che mescola fede e scienza, mistero e suspense.
(© foto in alto dal blog Voglio essere sommersa dai libri)

Manila, Filippine. Nausea, mal di testa, uno svenimento: per sapere di cosa si tratti, Maria, una sedicenne che vive in una baraccopoli, affronta la lunga attesa per essere visitata da un medico volontario. La diagnosi è semplice: Maria è incinta. Ma le circostanze di quella gravidanza sono eccezionali… Maria infatti è ancora vergine.
Gort, Irlanda. Da alcuni giorni, fuori della casa della famiglia Riordan, c’è una fila di persone raccolte in preghiera. Vogliono un’unica cosa: vedere e toccare la giovane Mary, una sedicenne in attesa di un bambino. E vergine.
Lima, Perù. L’arcivescovo della diocesi sudamericana manda un messaggio urgente al Vaticano: uno sperduto villaggio di montagna sta diventando meta di pellegrinaggi, perché si è sparsa la voce che lì viva una sedicenne, vergine, incinta. Il suo nome è María.
Sconcertato, il papa decide di affidare a Cal Donovan il compito d’incontrare le tre vergini per capire se quello che è successo sia un miracolo autentico…

I figli di Dio e i precedenti bestseller di Glenn Cooper li trovi alla LIBRERIA FELTRINELLI di Euroma2!

 

Estate da thriller con il nuovo libro di Joël Dicker

Avvincente, teso, mozzafiato, il nuovo romanzo di Joël Dicker è la classica novità da mettere in valigia e portare con sé in vacanza, sotto l’ombrellone.

Con “La scomparsa di Stephanie Mailer” (La Nave di Teseo, pp 640, euro 22), il giovane scrittore svizzero, consacrato al successo internazionale con “La verità sul caso Harry Quebert” e “Il libro dei Baltimore”, offre ai suoi lettori un nuovo thriller poliziesco ad alto tasso di adrenalina, un giallo sul cui sfondo si sviluppa, come ha sottolineato il critico Antonio D’Orrico, “una commedia umana, un’opera teatrale e corale tra dramma e farsa, parodia e tragedia”.

Il nuovo romanzo è ambientato nella cittadina di Orphea, stato di New York, dove sta per avere luogo la prima edizione del locale festival teatrale, quando un terribile omicidio sconvolge l’intera comunità: il sindaco viene ucciso in casa insieme a sua moglie e suo figlio. Nei pressi viene ritrovato anche il cadavere di una ragazza, Meghan, uscita di casa per fare jogging. Il caso viene affidato e risolto da due giovani, promettenti, ambiziosi agenti, giunti per primi sulla scena del crimine: Jesse Rosenberg e Derek Scott. Vent’anni dopo, nel 2014, Jesse Rosenberg, ora capitano di polizia, a una settimana dalla pensione viene avvicinato da una giornalista, Stephanie Mailer, la quale gli annuncia che il caso del 1994 non è stato risolto e che la persona a suo tempo incriminata è innocente. Ma la donna non ha il tempo per fornire le prove, perché pochi giorni dopo viene denunciata la sua scomparsa. Ma che cosa è davvero successo a Stephanie Mailer? Che cosa aveva scoperto? Se Jesse e Derek si sono sbagliati sul colpevole vent’anni prima, chi è l’autore di quegli omicidi? E cosa è davvero successo la sera del 30 luglio 1994 a Orphea? Derek, Jesse e una nuova collega, la vicecomandante Anna Kanner, dovranno riaprire l’indagine, immergersi nei fantasmi di Orphea. E anche nei propri.

La scomparsa di Stephanie Mailer e i precedenti romanzi di Joël Dicker ti aspettano alla LIBRERIA FELTRINELLI di Euroma2!

 

Il Macbeth formato thriller di Jo Nesbø

Quando mi hanno contattato e mi hanno chiesto di scrivere una storia basata su una delle opere di Shakespeare, la mia risposta immediata è stata: “Lo faccio solo se posso riscrivere Macbeth”. Jo Nesbø racconta così l’antefatto del suo nuovo romanzo “Macbeth” pubblicato in Italia da Rizzoli (pp 616, euro 20).

Considerato uno dei maggiori autori crime viventi, con Macbeth lo scrittore norvegese regala ai suoi lettori una nuova storia nera, un thriller ambientato negli Anni ’70 in una città industriale sull’orlo del collasso fatta di fabbriche chiuse, disperazione e piazze di spaccio. Sotto l’eterna pioggia nera che la flagella, il poliziotto migliore che si muove per le sue strade è Macbeth, un ex tossico, un uomo fragile dal passato turbolento, abbandonato da bambino, uno sbirro incline alla violenza. Ma è lui, con la sua squadra, a gestire con intelligenza una retata nell’area del porto, un’azione in grande stile che, finalmente, gli fa intravedere la possibilità di ottenere una promozione. E quindi guadagnarsi il rispetto degli altri, avere una vita migliore, e molto più potere, che è ciò che conta. Tutto questo è lì, a portata di mano: ma, pensa Macbeth, davvero mi lasceranno arrivare tanto in alto? Tormentato dalle allucinazioni, vittima di paranoie sempre più acute, Macbeth comincia, lentamente, a soccombere a se stesso e al tarlo dell’ambizione

© Thron Ulberg

Macbeth e i precedenti romanzi di Jo Nesbø li trovi alla LIBRERIA FELTRINELLI di Euroma2!

Robecchi: un nuovo giallo sotto il cielo di Milano

Ironia e amara analisi sociale in un thriller intrecciato con mano sicura da un abile narratore… Alessandro Robecchi, giornalista e autore televisivo di lungo corso, è tornato in libreria con “Follia maggiore” (Sellerio, pp 400, euro 15), un nuovo noir “milanese” per Sellerio editore.

Con una scrittura puntualmente ricca di dialoghi tesi e di un esemplare umorismo di costume sui nostri tempi, sullo sfondo di una Milano piovosa e tetra, in Follia maggiore Robecchi racconta la storia di Umberto Serrani, un elegante e ricco anziano cullato dai suoi rimpianti, un uomo che ha passato una vita intera a «mettere al sicuro» le fortune altrui, specie se sospette e ingombranti. Quando Serrani apprende della morte di Giulia – grande e indimenticato amore di venticinque anni prima – decide di capire, agire, pagare vecchi debiti. Vuole sapere chi c’è davvero dietro quella morte assurda che sembra uno scippo finito male. E vuole sapere tutto di quella donna per tanti anni amata nel silenzio e nella lontananza, della sua vita solitaria e ordinata, delle sue speranze e delle sue difficoltà, della figlia Sonia, promettente soprano. Assolda per questo una coppia di strani investigatori, Carlo Monterossi e Oscar Falcone: il primo è un mago della televisione, che però odia; il secondo sa nuotare in tutti gli ambienti e ha uno speciale sesto senso per le cause giuste. Intanto, sull’omicidio lavorano anche Ghezzi e Carella, sovrintendenti di polizia, «due cani da polpaccio», che vogliono chiudere il caso, fare giustizia, capire. I quattro, indipendentemente gli uni dagli altri, dragheranno le acque fetide che hanno inghiottito Giulia, con il sottofondo delle arie d’opera in cui la giovane Sonia si esercita per realizzare il suo sogno.

Follia maggiore e i precedenti libri di Alessandro Robecchi li trovi alla LIBRERIA FELTRINELLI di Euroma2

 

Michael Connelly e il lato oscuro di Los Angeles

Autore imprescindibile per tutti gli appassionati di thriller, Michael Connelly è appena tornato in libreria con una nuova e travolgente storia di Harry Bosch, l’indimenticabile detective già protagonista di molti suoi libri di grande successo, tra cui Il ragno, vincitore nel 2000 del Premio Bancarella.

Il nuovo romanzo si intitola “Il lato oscuro dell’addio” (Piemme, pp 372, euro 19,90) e vede il detective Harry Bosch in azione a San Fernando, un territorio autonomo di Los Angeles. Harry, benché in pensione, decide di collaborare con la polizia e di inventarsi un nuovo ruolo, quello di investigatore privato. Ma anche questa volta non c’è niente di convenzionale nel modo in cui sceglie di svolgere il suo lavoro. Harry non ha un ufficio, non si fa pubblicità ed è molto selettivo nei confronti dei suoi clienti. Ma quando Whitney Vance, un uomo ricchissimo e molto solo, vicino allo scadere dei suoi giorni, vuole scoprire se davvero non esistono eredi a cui lasciare la sua fortuna, Bosch accetta di aiutarlo. Anche perché forse questi eredi esistono davvero: quando era giovane Whitney si era innamorato perdutamente di una ragazza messicana, che poi era stato costretto a lasciare dalla sua famiglia. Ma lei aveva un segreto…
Ha così inizio una ricerca mozzafiato sullo sfondo di una città con cui Bosch ha un rapporto sentimentale e radici profonde…

Considerato una delle più grandi star della narrativa americana, Michael Connelly si è fatto conoscere nel nostro Paese con il bestseller Debito di sangue (1998), da cui è stato tratto l’omonimo film diretto e interpretato da Clint Eastwood. Da allora ogni sua nuova pubblicazione è accolta con grande entusiasmo dai lettori italiani.

Il lato oscuro dell’addio e i precedenti thriller di Michael Connelly li trovi alla LIBRERIA FELTRINELLI di Euroma2