Il teatro nel teatro: va in scena Servillo

Trent’anni dopo la messa in scena di Strehler, Toni Servillo porta al Teatro Argentina “Elvira (Elvire Jouvet 40)” di Brigitte Jacques, il famoso testo che l’autrice ricavò dalle “lezioni di scena” del regista francese Louis Jouvet. Affiancato da tre giovani interpreti (Petra Valentini, Francesco Marino e Davide Cirri) Servillo offre un’affascinante rilettura del testo che, ambientato nella Parigi occupata dai nazisti, per un tempo complessivo di un’ora e un quarto “conduce il pubblico all’interno di un teatro chiuso, quasi a spiare tra platea e proscenio, con un maestro e un’allieva impegnati nel particolare momento di una vera e propria fenomenologia della creazione del personaggio”.

Foto: Fabio Esposito

“Trovo il complesso delle riflessioni di Jouvet – spiega Servillo – particolarmente valido oggi per significare soprattutto ai giovani la nobiltà del mestiere di recitare, che rischia di essere svilito in questi tempi confusi. Dopo anni in cui le sue riflessioni sul teatro e sul lavoro di attore mi hanno fatto compagnia nell’affrontare repertori diversi, da Molière a Marivaux, da Eduardo a Goldoni mi è parso necessario che arrivasse il momento di un incontro diretto”.
“Elvira” è un esempio alto di “teatro nel teatro”, che ne indaga con classe e maestria i meccanismi che lo regolano e l’affascinante mestiere dell’attore e la sua formazione. Un esempio vitale di trasmissione di sapere fra le generazioni che ha riscosso un enorme successo in tutta Italia e che ora è pronto a conquistare il palcoscenico della Capitale.

“Elvira (Elvire Jouvet 40)”
21 maggio>2 giugno 2019
Teatro Argentina
Largo di Torre Argentina, 52
Roma

info e biglietti: www.teatrodiroma.net

 

Turandot: dalla Cina con stupore

Debutta questa sera sul palco del Teatro Argentina di Roma il grande classico della Turandot, per la prima volta proposto da un regista italiano, Marco Plini, che si confronta con la grande tradizione della Compagnia Nazionale dell’Opera di Pechino.

Lo spettacolo è un sottile e affascinante gioco di specchi tra due mondi, lontani in apparenza, ma reciprocamente attratti, perché entrambi eredi di civiltà antiche e misteriose. Da un lato, la raffinata arte attoriale dell’Opera di Pechino, sublime mescolanza di recitazione, danza e canto, dall’altra, invece, lo sguardo prospettico d’invenzione tutta italiana, il gusto visionario e l’abilità nella costruzione di scene illusionistiche tipici del teatro europeo. Con Turandot prosegue la fortunata esperienza italo-cinese del Faust: si rinnova il vivo confronto tutto teatrale tra Asia ed Europa.

Turandot è la favola per antonomasia dell’esotismo orientale, ricca di colpi di scena, promesse e che, attraverso la figura della principessa bella e terribile, è divenuta nel tempo l’emblema del nostro immaginario sulla grande Cina. Lo spettacolo è in lingua cinese con sovratitoli in italiano.

“Turandot”
5>10 febbraio 2019
Teatro Argentina
Largo di Torre Argentina, 52
Roma

Info e biglietti:
wwww.teatrodiroma.net 

Teatro Argentina: bentornato Don Giovanni!

Il grande e intramontabile classico teatrale del Don Giovanni di Molière va in scena a Roma nell’originale lettura di Valerio Binasco. Con lui torna il leggendario seduttore criminale in rivolta contro Dio e alla ricerca di quello che ogni uomo desidera di più: la propria libertà.

Foto: Donato Aquaro

Da oggi fino al 20 gennaio, sul palco del Teatro Argentina, Gianluca Gobbi interpreterà l’eroe criminale solitario nella versione che Valerio Binasco ha saputo dare al personaggio, rispettando però il testo del maestro francese.

Foto: Donato Aquaro

La commedia in prosa, divisa in cinque atti, vedrà sul palco anche l’attore Sergio Romano nei panni di Sganarello, il servitore impegnato a difendere i principi della religione e della verità della fede. Visti i suoi modi goffi che lo rendono ridicolo il risultato sarà una caricaturale confusione tra religione e superstizione.

“Don Giovanni”
8 > 20 gennaio 2019
Teatro Argentina
Largo di Torre Argentina, 52
Roma

Info e biglietti:
www.teatrodiroma.net