Swarovski: romantici simboli per la donna moderna

SCINTILLE D’AMORE COME ISPIRAZIONE DELLA NUOVA COLLEZIONE DI SWAROVSKI PER SAN VALENTINO

Per questo San Valentino, Swarovski trae ispirazione dalle scintille di energia che infiammano un viaggio d’amore senza fine. La Collezione di San Valentino fa risplendere di nuova luce i simboli romantici ed è ricca di proposte dal profondo significato con nuove colorazioni e silhouette. In questo periodo dell’anno, Swarovski celebra le storie d’amore in ogni loro forma.
L’amore è entusiasmante, totalizzante e indimenticabile. Un viaggio senza fine, dal primo momento in cui gli sguardi si incrociano e scatta la scintilla, ai modi in cui alimentiamo quella piccola fiamma per farla divampare luminosa.
Fedele allo spirito innovativo di Swarovski, la Collezione di San Valentino reinventa i tradizionali simboli d’amore in design ultramoderni che aggiungono un tocco di disinvolta brillantezza ad ogni outfit. Gli iconici ed eterni motivi del simbolo dell’infinito e del cuore scintillante ricevono una rivisitazione contemporanea, diventando il regalo perfetto per la persona amata, per gli amici o per sé stesse.

Le proposte vanno dal simbolo dell’infinito, che ricorre in tante misure e forme diverse nell’intera Collezione, a quello classico del cuore che rappresenta l’amore nella sua manifestazione più pura. Le Collezioni Infinity e Lifelong Heart presentano questi simboli d’amore universali in tonalità lucide e intricate decorazioni in pavé di cristallo Swarovski.
La Collezione Infinity Cuff crea uno stile appariscente. La Collezione Lifelong Heart Swarovski presenta i suoi versatili orecchini in due tonalità, con cerchi intrecciati che permettono diverse opzioni di styling. Consiglio di stile: indossarli in modo asimmetrico per uno stile trendy. Abbinati a una collana delicata per creare il look perfetto dal giorno alla sera.
Le novità dell’ambita Collezione Swarovski Sparkling Dance sono brillanti, giocose e ricche di significato. Le proposte di Swarovski per San Valentino sono: collane, bracciali e orecchini con luccicanti elementi che catturano la luce e sembrano danzare ad ogni movimento. Queste new entry includono un colorato arcobaleno in pavé di cristallo Swarovski, una coccinella in volo e un gatto portafortuna.

Swarovski amplia la sua celebre collezione con design ispirati al concetto di “io e te”. Ciascuno presenta due cristalli Swarovski ravvicinati, simbolo di amore eterno tra anime gemelle.

Per questa stagione, Swarovski propone due nuovi colori trendy, il Silk Crystal e il Clear Crystal, presenti nella popolare linea di Orecchini Bella a forma di cuore, per aggiungere un tocco di luce ad ogni occasione. Consiglio di stile: lo speciale taglio del cristallo a forma di cuore è perfetto per un look da tutti i giorni.

Selvaggia Lucarelli presenta FALSO IN BILANCIA

Evento Speciale del Caffè Letterario per San Valentino

Doppio appuntamento a Euroma2, in occasione della Festa degli Innamorati, venerdì 14 febbraio, quando il Centro Commerciale ospiterà una coppia molto nota sia sul web che nel panorama televisivo: l’autrice, giornalista e opinionista tv Selvaggia Lucarelli presenterà, con l’ironia che la contraddistingue, il libro “Falso in bilancia” (Rizzoli), insieme al suo compagno Lorenzo Biagiarelli, chef e blogger, autore del libro “Qualcuno da amare e qualcosa da mangiare” (De Agostini). Una presentazione a due, che vuole celebrare la coppia attraverso l’amore per il cibo e per i libri. In questo caso, i due Autori hanno dedicato, l’un l’altra, dei capitoli del proprio libro al partner e sarà interessante assistere all’incontro con il pubblico che si terrà alle ore 18:00 presso il Centro Commerciale Euroma2. Un appuntamento che promette di incuriosire e far sorridere, quello del rapporto che ognuno di noi ha con il cibo.

Come scrive la Lucarelli: “Questa cosa di nascere affamati è una maledizione mica da poco”, come se ognuno di noi nascesse segnato. “Tu mangerai quel che vuoi senza ingrassare”, “Tu nascerai già chiatto di costituzione e resterai chiatto con tutte le diete del mondo” e infine: “Tu invece nascerai magro ma avrai una fame eterna e se vorrai rimanere magro dovrai resistere giorno dopo giorno, quindi tanti saluti e buona vita! Cosa succede se in gravidanza ingrassi di venti chili e il tuo ginecologo (insieme a una stramaledetta bilancia professionale) si trasforma nel nemico numero uno? E se hai una mamma che ti nutre a verdura e poco più perché a lei il cibo non interessa e che a un certo punto decide di fare lo sciopero della fame per solidarietà con Pannella? Cosa accade se la tua migliore amica ti dà della grassona per errore (suo) o se, a quarant’anni, ti fidanzi con un cuoco che vuole viziarti in ogni momento con succulenti manicaretti?”

Ecco, succede quello che Selvaggia ci racconta in questo spassosissimo libro, dove si confessa e ci mostra la realtà che (quasi) tutti noi viviamo costantemente: il conflitto con il nostro peso e con l’immagine che rappresenta in questa società che tenta incessantemente di condizionarci. Contando sul fatto che siamo tutti accomunati dallo stesso miraggio: quello che un giorno potremo scegliere un super potere che non sarà l’invisibilità, o passare attraverso i muri o volare. Sceglieremo di mangiare senza ingrassare. Convinti che il nostro sogno prima o poi si possa avverare.

Qualcuno da amare e qualcosa da mangiare

Cibo e amore nel nuovo libro di Lorenzo Biagiarelli

Ricette, storie e incontri di pura felicità è il sottotitolo che si legge nel libro di Lorenzo Biagiarelli: “Qualcuno da amare e qualcosa da mangiare”, edito De Agostini.

Vari racconti, nati dalle diverse esperienze vissute in giro per il mondo e intervallati da un mix di ricette, che hanno in comune il nutrimento che deriva non solo dal cibo, ma anche dal proprio vissuto e dalle persone incontrate.

Ricette che fanno venir voglia di mettersi ai fornelli o magari semplicemente continuare a leggere, fantasticando sul divano,  gustandosi la storia.

Tante sono le storie che danno nutrimento alla nostra vita. Lorenzo ce le racconta, non tralasciando un pizzico di ironia.

Potrebbe essere un incontro casuale su un marciapiede di Londra, tra una bellissima ragazza coreana e un tipo che si è trasferito da Cremona con il sogno di diventare una rockstar, ma è stato appena licenziato in tronco da una caffetteria. Non solo, anche la frittata perfetta, come solo la nonna sapeva preparare, la cui rievocazione ci riporta indietro nel tempo. La volta in cui la mamma insegna per la prima volta a suo figlio come fare una cheesecake. O una chiacchierata spensierata, nell’ora più calma, tra il cuoco kosovaro di un pub serbo e un barista italiano, mentre sono intenti nella preparazione di una carbonara, senza pecorino né guanciale, chiedendosi se davvero la vita è rischio, come affermava il grande Vittorio Gassman nel film Sleepers. O, ancora, il volo traballante e precario di una compagnia indiana, dove due innamorati si confortano a vicenda, tenendosi per mano e pregando di sopravvivere, almeno fino al prossimo tandoori di pollo. Ma anche il curry preparato da un napoletano per festeggiare l’amicizia tra due padri separati, che li avvicina fino a diventare quasi un legame di sangue. O i famosi mac and cheese protagonisti di una cena per soli uomini, uno dei quali ha solo dodici anni. Per non parlare del primo kebab, che rappresenta una lezione di vita e di apertura al mondo. Ma anche il momento in cui quella cucina che ti ha accolto un giorno che dovevi preparare dei gamberi, diventa la cucina di casa tua. D’altra parte, come ricorda l’autore, non esistono a questo mondo altre ragioni per cui mettersi ai fornelli se non queste due: la sopravvivenza e l’amore.

Lorenzo Biagiarelli nasce a Cremona. Per tanti anni vive di musica, ma prima di laurearsi in storia con una tesi sul protestantesimo italiano del XVI secolo, sente un richiamo: quello di pentole, coltelli e mestoli.

Decide quindi di mettersi in cucina per sperimentare ed elaborare nuovi piatti, raccontando al contempo la storia di questo fuoco continuo, sacro e profano insieme, che gli arde dentro. Unisce la passione culinaria ai viaggi, parte in cerca di nuove avventure, e torna con ricette di terre lontane che mettono il lettore davanti a tutti gli orizzonti del mondo.

L’Autore presenterà il suo libro ad Euroma2 nel giorno di San Valentino, il 14 Febbraio alle ore 18:00, insieme alla compagna, opinionista tv e giornalista Selvaggia Lucarelli.

Paese che vai, San Valentino che trovi

Ci siamo, ineluttabile arriva anche quest’anno il più romantico dei giorni, la fatidica Festa degli Innamorati. Le origini di San Valentino non sono ben chiare e sono diverse le leggende che si tramandano nei secoli. Quel che è certo è che sono tante e differenti le tradizioni culturali e i modi di festeggiarlo nel mondo.

Se da noi, in Italia, è la giornata dei cioccolatini, possibilmente a forma di cuore, dei fiori e delle cenette a lume di candela, in Olanda e in Inghilterra c’è chi spedisce biglietti senza rivelare la propria identità. In Spagna, invece, vanno a ruba le rose rosse, mentre negli Stati Uniti, San Valentino ha una dimensione più popolare. È infatti considerata la festa di “chi si vuol bene” e coinvolge perfino i bambini che si scambiano biglietti con le immagini dei loro eroi dei cartoni animati. In Finlandia ed Estonia, San Valentino è il “giorno degli amici”, che si festeggia appunto in compagnia di amici anziché di fidanzati e senza cene romantiche.

In Giappone la tradizione di San Valentino prevede che siano le ragazze a regalare una scatola di cioccolatini ai ragazzi che a loro volta sono tenuti a ricambiare il dono ricevuto donando cioccolato bianco un mese dopo, ovvero il 14 marzo, il “White Day”. Anche in Ghana, che è fra i principali paesi produttori di fave di cacao, i cioccolatini furoreggiano nel giorno di San Valentino.

In Irlanda, come la tradizione gaelica vuole, per la Festa degli Innamorati si può indossare il Claddagh Ring, un particolare anello con il cuore tenuto da due mani: a seconda di come viene orientato indica se si è “single” o si è “impegnati”.

Il corteggiamento, come si sa, è la parte più bella di un rapporto, ma anche quella più complicata… In Paesi come la Danimarca e la Norvegia esistono dei divertenti poemi d’amore, noti come gaekkebrev, che vengono firmati con una serie di puntini corrispondenti alle lettere del nome dell’ammiratore. Se la ragazza indovina l’identità dell’ammiratore, come regalo riceverà un uovo per Pasqua. Altrimenti dovrà essere lei a regalarlo.

C’è infine chi in occasione di San Valentino si concede un viaggio da sogno. Nelle Filippine, per esempio, che da anni, proprio per il 14 febbraio, accolgono innamorati provenienti da tutto il mondo. Fra loro, tante coppie scelgono il paradisiaco palcoscenico dell’arcipelago asiatico per celebrare il proprio matrimonio.

 

Pandora e San Valentino: i gioielli dell’amore

Febbraio è il mese dell’amore. E se  le coppie festeggiano quello romantico, Pandora celebra l’amore universale con una collezione di pendenti, orecchini, bracciali e collane da regalare agli amici e a se stessi.

Il cuore, ovviamente, è il protagonista assoluto. A cominciare dalla forma degli orecchini. Asimmetrici e dal design minimal, sono adatti a completare qualsiasi tipo di look. In alternativa al pendente c’è anche l’orecchino a lobo sempre dal design minimal ma arricchito da una pietra centrale, anch’essa a forma di cuore.

Non manca la riproduzione di un piccolo cupido per un charm pendente in sterling silver: sorregge un cuore con la scritta “You”. Indicano, invece, la direzione dell’amore le frecce che luccicano sulla collana.

E se i 90 anni di Topolino sono già stati ampiamente festeggiati, il trend che lo vede ancora protagonista non si è ancora spento. Pandora ha pensato di celebrare l’amore tra Topolino e Minnie nel bellissimo charm Disney Minnie & Mickey con amore.

Incuriosita? Vieni a scoprire tutte le novità della collezione di San Valentino allo store di PANDORA di Euroma2!

 

San Valentino: il make up fa rima con cuore

Manca una settimana a San Valentino ed è ufficialmente cominciata la corsa al ristorante più romantico, al regalo perfetto, al bouquet migliore. Per il look, invece, hai già deciso cosa indossare? E il make-up? Perché non puntare a qualcosa di speciale?

La nuova linea Sweetheart di Kiko è studiata per far sentire ogni donna irresistibile sempre, ma soprattutto a San Valentino.

 

La palette Sweetheart Eyeshadows offre un seducente mix di tonalità rosate, da nude a intense. Anche i nomi delle nuance sono tutti dedicati all’amore e vanno da ‘My Sweetness’ a ‘Thinking of You’ fino a ‘Je t’aime’. C’è poi il kit make-up occhi con kajal e mascara effetto volume.

A tema cuore anche il fard e l’illuminante, fino al rossetto. Quest’ultimo è composto da un doppio colore per ottenere, in una sola applicazione, un effetto ombré sofisticato e intenso che evoca i frutti rossi nelle sue 6 diverse tonalità.

Se invece desideri un esuberante effetto glitter sulle labbra puoi puntare sul lipgloss Sweetheart.

Vieni a scoprire le novità KIKO per la Festa degli Innamorati allo store di Euroma2. Ti aspettiamo!

Yamamay: San Valentino è tutti i giorni

“San Valentino è tutti i giorni, non solo il 14 Febbraio”: è questo il messaggio che Yamamay lancia quest’anno. “Bisogna parlare e vivere l’amore nel quotidiano, sentendosi liberi di amare chi si desidera, senza nessun limite. Amore di coppia, amore verso gli amici, amore fraterno…”

Per la campagna di San Valentino 2019 Yamamay affida il messaggio al corpo e al viso bellissimi di Mathilde Goelher. La modella danese campeggia seducente sui poster in vetrina e sugli speciali shopper Yamamay per la Festa degli Innamorati.

La collezione San Valentino che arriva nei negozi è un trionfo di trasparenze e sensualità: intrighi di lacci ed elastici nella serie LOVE, mix di colore nero, cipria e ricami romantici per JANELLE, l’originale nuance bouganville nella serie BEGONIA con un body tutto trasparente e dal profondo scollo a V, completamente aperto sulla schiena. E ancora, stile moderno e malizioso per la serie ACHILEA.

Non mancano balconcini in coppa differenziata, lingerie intrigante e tanti nuovi prodotti molto sexy e ricchi di dettagli glamour.

Vieni a scegliere la tua lingerie per San Valentino allo store YAMAMAY di Euroma2: ti aspettiamo!

 

San Valentino, fra leggenda e tradizione

Cene al lume di candela, bigliettini, fiori e pensieri speciali in un tripudio di cuori e cupidi: con la festa degli innamorati, puntuali arrivano i consueti rituali romantici. Da trasgredire o da rispettare in modo più o meno solenne, a seconda della propria sensibilità e della propria confidenza  con le ricorrenze dai risvolti commerciali.

Eppure, per chi non lo sapesse, San Valentino ha origini antichissime e di carattere religioso. Le sue origini risalgono in una complessa festività pagana preesistente in epoca romana, i Lupercalia (dalla prola lupus, ovvero lupo), che venivano celebrati fra il 13 e il 15 febbraio come riti per proteggere il bestiame e propiziare la fertilità delle donne.
Ritenuto immorale dai padri precursori della Chiesa, Lupercus venne sostituito da un santo che potesse rappresentare tutti gli innamorati: San Valentino. Fu Papa Gelasio, nel 496 d.C. a decretare che la festa pagana fosse soppiantata dal culto di San Valentino, un vescovo nato a Terni e morto a Roma. Di lui si racconta che venne martirizzato e che dedicò la sua esistenza alla comunità cristiana e alla città di Terni dove i seguaci di Gesù venivano perseguitati. Fu consacrato protettore e patrono degli innamorati perché secondo la leggenda fu il primo religioso a celebrare l’unione fra un legionario pagano e una giovane cristiana.

Ma quando è stata ufficialmente introdotta San Valentino come festa degli innamorati? L’ipotesi più accreditata è quella che attribuisce a Geoffrey Chaucer (1343-1400) e al suo poema Il Parlamento degli uccelli l’inizio di tutto. In quel poema, il celebre autore de I racconti di Canterbury associa la ricorrenza al fidanzamento di Riccardo II d’Inghilterra con Anna di Boemia. Comunque, nel Medioevo, soprattutto in Francia e Inghilterra, si riteneva che a metà febbraio cominciasse l’accoppiamento degli uccelli e che quindi l’evento si prestasse a essere considerato la festa degli innamorati.

Nella sua versione più commerciale, San Valentino ha conosciuto la sua affermazione nei Paesi anglosassoni nel diciannovesimo secolo con il caratteristico scambio dei “valentine”, i bigliettini d’amore con le sagome dei simboli più classici dell’amore romantico, dai cuori all’immagine di Cupido. Fu poi negli Stati Uniti, durante la metà dell’Ottocento, che grazie a Esther Howland i biglietti di San Valentino cominciarono a essere prodotti su scala industriale.

Oggi la tradizione di San Valentino è interpretata in maniera diversa da ogni paese. Se in Olanda e in Inghilterra c’è chi spedisce bigliettini senza rivelare la propria identità, in Spagna il regalo più gettonato restano le rose rosse. In Giappone, invece, la tradizione vuole che siano le ragazze a regalare una scatola di cioccolatini ai ragazzi, siano essi i fidanzati o semplici amici.

 

Swatch: pioggia di cuori per San Valentino

1Il cinturino tempestato di cuori e dentro la cassa trasparente il classico movimento al quarzo che ha fatto di Swatch il brand di orologi più popolare al mondo. Si chiama Hearty Love ed è l’orologio speciale creato dallo storico brand svizzero per il giorno di San Valentino.

Speciale, come l’evento che vuole celebrare, Hearty Love (GZ314S) gode di una confezione molto chic ed è realizzato in un’edizione limitata e numerata: soltanto 7654 pezzi in tutto il mondo.

Un’idea regalo originale e romantica per il giorno degli innamorati. Il nuovo SWATCH per San Valentino ti aspetta allo store di Euroma2!