Massimo Recalcati e il miracolo dell’amore

È uno degli intellettuali più popolari del momento grazie anche al successo di “Lessico amoroso”, la trasmissione che conduce su Rai 3. Scrittore e insegnante, Massimo Recalcati ha da poco pubblicato un nuovo libro, “Mantieni il bacio” (Feltrinelli, pp 208, euro 14), col quale torna a parlare d’amore col suo ben noto acume di psicoanalista.

Col nuovo libro, lo scrittore milanese si e ci chiede perché “ancora” sia la parola dell’amore. Chi ha detto che l’empatia sia necessaria per fondare una buona relazione? Che l’amore sia anzitutto dialogo? E se quelle del “dialogo” e dell’“empatia” fossero delle parole d’ordine finalizzate proprio a scongiurare l’alterità dell’Altro, la sua radicale e irriducibile differenza, il suo essere straniero? Se la condizione di ogni amore non fosse dialogo ma l’incontro con un segreto indecifrabile, con un mistero che resiste a ogni sforzo empatico? In una ricerca intima e profonda, Massimo Recalcati indaga il miracolo dell’amore, il sentimento più misterioso di tutti. “La fedeltà non è una prigione, né una gabbia,” spiega, “se si trasforma in un sacrificio bisogna liberarsi. La fedeltà diventa una postura dell’amore perché trasforma lo stesso in nuovo, non c’è bisogno di andare altrove per trovarlo. Come quando guardiamo un’alba sorgere: l’abbiamo vista mille volte ma non ci stancheremmo mai di ammirarla, ogni volta ci appare diversa, nuova.”

Mantieni il bacio e le precedenti pubblicazioni di Massimo Recalcati le trovi alla LIBRERIA FELTRINELLI di Euroma2

 

Baricco e “il gioco” del mondo digitale

Con I Barbari, dodici anni fa, Alessandro Baricco aveva cominciato a studiare la rivoluzione digitale del nostro tempo. Col nuovo libro “The Game” (Einaudi Stile Libero, pp 336, euro 18), da poco approdato in libreria lo scrittore torinese torna sul tema riaggiornando profondamente la sua analisi e indagando, con uno stile fra il saggio e il “thriller”, lo spazio che separa la civiltà analogica da quella digitale.

“Un po’ di tempo fa – ha raccontare Baricco sulle pagine di Repubblica – mi son messo in mente di scrivere una sorta di Barbari 2. Continuava ad affascinarmi questa storia di capire se la rivoluzione digitale ci stava fregando, o cosa. Oltre tutto, nel frattempo, erano arrivate un sacco di novità, adesso era tutto più chiaro. Nel 2006, quando avevo scritto I Barbari, si andava a fari spenti, per così dire. Non c’era neanche l’iPhone. Non esisteva Youporn e col cavolo che potevi twittare. Insomma, si imponeva un aggiornamento…”.

Quella che stiamo vivendo e che Baricco racconta in The Game non è solo una rivoluzione tecnologica fatta di nuovi oggetti, ma il risultato di un’insurrezione mentale. Chi l’ha innescata – dai pionieri di Internet all’inventore dell’iPhone – non aveva in mente un progetto preciso se non questo, affascinante e selvaggio: rendere impossibile la ripetizione di una tragedia come quella del Novecento. Niente piú confini, niente piú élite, niente piú caste sacerdotali, politiche, intellettuali. Uno dei concetti piú cari all’uomo analogico, la verità, diventa improvvisamente sfocato, mobile, instabile. I problemi sono tradotti in partite da vincere in un gioco per adulti-bambini…

The Game e i precedenti libri di Alessandro Baricco li trovi alla LIBRERIA FELTRINELLI di Euroma2