Roma, un weekend a tutto rock

Si preannuncia un fine settimana “ad alto volume” quello che potrà vivere Roma sabato 20 e domenica 21 luglio: tanta buona musica dal vivo e tanto rock per tutte le generazioni.

Il menù di sabato 20 propone, fra gli altri, l’appuntamento del Roma Summer Fest con un gigante del rock progressivo, Steve Hackett. Lo storico chitarrista dei Genesis, atteso sul palco dell’Auditorium Parco della Musica, eseguirà interamente l’album dei Genesis “Selling England by the Pound” oltre a brani del suo celebre album solista “Spectral Mornings” che quest’anno compie 40 anni, oltre ad altri intramontabili classici.
Sempre sabato, all’Ippodromo delle Capannelle, per Rock in Roma, ci sono invece i Ministri e Giancane, mentre a infiammare lo Stadio Olimpico saranno i britannici Muse.

Doppietta per Mark Knopfler: il leader dei Dire Straits sarà alle Terme di Caracalla sia il 20 che il 21 luglio.

Grande attesa, domenica 21 luglio, anche per il cantante dei Radiohead Thom Yorke che ha da poco pubblicato il suo nuovo album solista “Anima” e che si esibirà all’Auditorium Parco della Musica per Roma Summer Fest. Tutti i fan dell’hip-hop italiano si daranno invece appuntamento domenica 21 all’Ippodromo delle Capannelle per il live show di Sfera Ebbasta.

 

J-Ax + Articolo 31: la festa arriva a Roma

Reduce dai 10 sold out consecutivi registrati a Milano, in cui ha ripercorso i suoi 25 anni di carriera insieme a tutti gli artisti con cui ha collaborato e a Dj Jad che, in tutte le date, per una parte del live, ha ricostruito con lui la storia degli Articolo 31, J-Ax sta continuando a portare la festa iniziata al Fabrique di Milano nel 2018 nei più importanti festival italiani. Sabato 6 luglio è la volta di “Rock in Roma” e dell’atteso concerto all’Ippodromo delle Capannelle, uno show esplosivo che è anche un festoso viaggio tra il passato e il presente dell’hip-hop italiano.

J-Ax + Articolo 31
> 6 luglio 2019
Ippodromo delle Capannelle
via Appia Nuova, 1255
Roma

Info e biglietti: www.ticketone.it

 

 

 

Laura e Biagio: due stelle allo stadio

Manca pochissimo oramai. Dopo il debutto domani a Bari, sabato sarà Roma a festeggiare l’arrivo di Laura Pausini e Biagio Antonacci con l’atteso Tour degli Stadi. Il grande appuntamento è allo Stadio Olimpico di Roma.

Uniti da un’amicizia e una complicità artistica di oltre 25 anni, le due stelle della musica italiana promettono uno show ricco di grandi sorprese, che li vedrà per la prima volta condividere un intero concerto insieme sul palco. In scaletta duetti inediti, i loro grandi classici e le loro più recenti hit, senza ovviamente dimenticare i loro ultimi singoli insieme, “Il coraggio di andare” e “In questa nostra casa nuova”. Ciliegina sulla torta: le spumeggianti coreografie di Luca Tommassini e i vestiti di musicisti e ballerini di materiale riciclato, realizzati grazie alla collaborazione tra la costumista Claudia Tortora, l’Accademia di Costume e Moda e l’azienda di recupero scarti industriali Scart del gruppo Hera.

Laura Pausini e Biagio Antonacci
“Laura Biagio Stadi 2019”
> 29 giugno 2019
Stadio Olimpico
Roma

Info e biglietti: www.ticketone.it

Metti un sabato con Raf & Tozzi

Un viaggio fra i tanti successi di due fra i più amati artisti della canzone italiana. È quello che promette il live show che Raf e Umberto Tozzi portano sabato prossimo sul palco del Palazzo dello Sport, tappa romana di un tour che ha debuttato il 13 maggio al Mediolanum Forum di Milano e che attraverserà l’Italia da nord a sud per un totale di 13 concerti.

photo: Angelo Trani

Per la prima volta insieme in tour, Raf e Tozzi hanno messo a punto una scaletta di oltre trenta brani che faranno ballare e cantare più generazioni, da “Cosa resterà degli anni ’80”, “Il battito animale”, “Sei la più bella del mondo”, “Self control”, “Siamo soli nell’immenso vuoto che c’e” e “Ti pretendo” a “Dimentica dimentica”, “Gloria”, “Io muoio di te”, “Qualcosa qualcuno”, “Si può dare di più”, “Stella stai” e “Ti amo”. Gran finale con “Gente di mare”.

Raf & Tozzi
> 18 maggio 2019
Palazzo dello Sport
Roma

info e biglietti: www.ticketone.it

 

 

 

 

Il battito pop di Giorgia al Palazzo dello Sport

È iniziato il conto alla rovescia per quella che sarà la tappa romana del “Pop Heart Tour”, la tournée che sta portando Giorgia nei maggiori palazzetti d’Italia. L’appuntamento con Roma è al Palazzo dello Sport il prossimo 16 maggio.

Nucleo centrale del concerto saranno le canzoni del suo ultimo album “Pop Heart”, disco che raccoglie grandi successi nazionali e internazionali, selezionati e reinterpretati da Giorgia e riarrangiati da Michele Canova. L’album ospita Tiziano Ferro nel brano “Il conforto”, Ainé in “Stay”, Eros Ramazzotti in “Una storia importante” ed Elisa in “Gli ostacoli del cuore” e contiene la cover di “Le tasche piene di sassi”, una tra le canzoni più intense della carriera di Lorenzo “Jovanotti” Cherubini.

Giorgia – “Pop Heart Tour”
> 16 maggio 2019
Palazzo dello Sport
Roma

info e biglietti: www.ticketone.it

 

 

La Casa delle Farfalle: destinazione paradiso

C’è un posto a Roma, decisamente unico nel suo genere, dove la primavera si manifesta in tutta la sua esplosione di colori e natura. È La Casa delle Farfalle, una serra tropicale allestita in via Appia Pignatelli 450 fino al 9 giugno, un vero e proprio angolo di paradiso nel cuore della città in cui passeggiare osservando da vicino alcune delle farfalle più spettacolari del mondo, seguendone il ciclo vitale in un ambiente che riproduce il loro habitat naturale.

© Matthew Henry / Burst

Il percorso della Casa delle Farfalle, immerso tra le meraviglie della natura, permette ai visitatori di guardare, e in alcuni casi anche toccare dal vivo, non solo i bruchi e le crisalidi delle farfalle o i vari tipi di bozzoli delle falene, ma anche altri insetti noti per le loro caratteristiche uniche, come gli insetti stecco, gli insetti foglia e le blatte fischianti del Madagascar o il simpatico millepiedi gigante.

© Matthew Henry / Burst
© Matthew Henry / Burst

Rivolta anche alle scuole, La Casa delle Farfalle è un riconosciuto strumento didattico d’impatto, semplice e divertente. Per rendere l’esplorazione più accattivante e costruttiva, biologi ed entomologi guidano i visitatori a immergersi nell’affascinante mondo delle farfalle, svelandone le tecniche adattative e altre curiosità.

© Matthew Henry / Burst

In occasione di questa terza edizione primaverile, inoltre, la Casa delle Farfalle ha allestito il primo Orto delle Farfalle, un bellissimo giardino ricco delle piante più gradite alle farfalle autoctone, ma ricco anche di piante indispensabili alla nostra alimentazione. L’Orto delle Farfalle ha lo scopo di diventare un punto di ristoro per le nostre farfalle, ma allo stesso tempo un giardino piacevolmente fruibile per coltivare ortaggi e piante aromatiche.

“La Casa delle Farfalle”
> fino al 9 giugno 2019
via Appia Pignatelli, 450
Roma

info e biglietti: www.lacasadellefarfalleonline.it

 

 

Il genio di Leonardo alle Scuderie del Quirinale

Nel cinquecentenario della scomparsa di Leonardo da Vinci non potevano mancare eventi e iniziative per commemorare il grande genio toscano. Inaugurata lo scorso 13 marzo, le Scuderie del Quirinale, in collaborazione con il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano e insieme alla Veneranda Biblioteca Ambrosiana, ospitano una mostra dedicata al celebre umanista.

Il Presidente Sergio Mattarella all’inaugurazione della mostra con Alberto Bonisoli, Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo e da Mario De Simoni, Presidente ed Amministratore delegato di Ales – Arte, Lavoro e Servizi Spa

Dalla formazione toscana, al soggiorno milanese, fino al tardo periodo romano, la mostra ripercorre l’opera di Leonardo sul fronte tecnologico e scientifico e traccia le connessioni culturali con i suoi contemporanei, per offrire una visione finalmente ampia di questa grande figura.

Il Presidente Sergio Mattarella nel corso della visita alla mostra, accompagnato dal curatore Claudio Giorgione.

Le sezioni della mostra esplorano i grandi temi affrontati da Leonardo sul versante del pensiero tecnico e umanistico, al centro del dibattito degli artisti e tecnologi rinascimentali: lo sviluppo di macchine per i grandi cantieri di costruzione, l’utilizzo del disegno e della prospettiva come strumenti di conoscenza e rappresentazione, l’arte della guerra tra tradizione e innovazione, il vagheggiamento di macchine fantastiche come quelle per il volo, la passione per la rappresentazione dell’elemento macchina in quanto tale, l’ideazione di soluzioni negli ambiti del lavoro e della produzione, la riflessione sulla città ideale e lo studio delle vie d’acqua, la riscoperta del mondo classico e una riflessione su come, nel tempo, sia nato e si sia sviluppato il mito di Leonardo.

“Leonardo da Vinci. La scienza prima della scienza”
> fino al 30 giugno 2019
Scuderie del Quirinale
Via Ventiquattro Maggio, 16
Roma

Info e biglietti: www.scuderiequirinale.it

Venditti: due concerti sotto il segno dei Pesci

Sale la febbre per le due date speciali con cui Antonello Venditti torna al Palalottomatica, l’8 e il 9 marzo, per festeggiare i 40 anni di uno dei suoi album più celebri, “Sotto il segno dei pesci”.

Dopo una prima parte di date lo scorso anno, il cantautore capitolino ha ripreso a girare i palazzetti del nostro Paese con uno spettacolo che insieme a tutte le canzoni di “Sotto il segno dei pesci” ripropone, come un vero e proprio viaggio intergenerazionale, i numerosi successi di una carriera lunga oltre 45 anni. “E’ stata la mia svolta musicale, poetica – racconta Venditti, ricordando lo storico album del 1978. – Resta il mio disco più importante, in cui c’erano tutti i miei temi: la politica e i suoi riflessi sulle persone (Sotto il Segno dei Pesci), la comunicazione (Il Telegiornale), il viaggio dentro e fuor di metafora di Bomba O Non Bomba, la droga (Chen il Cinese), la tenerezza per Sara (che non si è mai sposata, ma ha avuto tre figli…), l’amicizia con De Gregori (Scusa Francesco). In fondo, sono temi ancora attuali. Suonare a 40 anni di distanza l’album per intero, cosa che non ho mai fatto, ha un significato speciale, per me. Per l’occasione ho chiamato anche i musicisti di allora. Lo inserirò al centro di 45 anni di canzoni”.

Antonello Venditti
“Sotto il segno dei pesci Tour”
8 e 9 marzo
Palalottomatica
Piazzale Pier Luigi Nervi, 1
Roma

Info e biglietti: www.ticketone.it

Subsonica: l'”8Tour” arriva a Roma

Dopo l’album “8” che lo scorso ottobre ha segnato il loro ritorno sulle scene, il 21 febbraio i Subsonica si preparano a infiammare il Palazzo dello Sport (PalaLottomatica) di Roma, penultima tappa dell’”8Tour”.

Tornati assieme dopo 4 anni e reduci da una tournée europea che ha toccato i club di Amsterdam, Londra, Dublino, Zurigo, Parigi, Bruxelles, Colonia, Berlino e Monaco, i Subsonica stanno girando i palazzetti italiani con un live show costruito attorno ai brani dell’ultimo album e ai tanti classici della loro ultraventennale carriera. Sul palco, assieme a Samuel, Max Casacci, Boosta, Ninja e Vicio, è prevista la presenza di uno special guest, il rapper Willie Peyote, collaboratore dei Subsonica nel singolo “L’incubo”.

“Subsonica – 8Tour”
21/02/2019 Palazzo dello Sport
Piazzale dello Sport, 1
Roma

info e biglietti: www.ticketone.it

Marcello Mastroianni, una mostra tra parentesi

Ci sono ancora 4 settimane per godersi una delle più belle mostre fotografiche attualmente in programmazione nella Capitale. L’esposizione, ospitata dal Museo dell’Ara Pacis si intitola “Una vita tra parentesi” ed è interamente dedicata alla straordinaria carriera di Marcello Mastroianni.

da “Matrimonio all’italiana”, 1964

Il titolo fa riferimento alla definizione che lo stesso Mastroianni amava dare della sua vita, una vita fatta di parentesi tra un set e l’altro, tra un palcoscenico e l’altro, lungo una carriera costellata di film, spettacoli, personaggi.

da “Giorni d’amore”, 1954

L’esposizione ripercorre le tappe principali della carriera di Mastroianni, dagli esordi con Riccardo Freda nel 1948 alla collaborazione con Federico Fellini, di cui diventò un vero e proprio alter ego. Più di cento film tra gli anni Quaranta e la fine dei Novanta, e molti riconoscimenti internazionali: tre candidature all’Oscar come Miglior Attore, due Golden Globe, otto David di Donatello, due premi per la migliore interpretazione maschile al Festival di Cannes e due Coppa Volpi al Festival di Venezia.

Mastroianni e Fellini dal set di “La città delle donne”, 1980 – Cineteca Bologna Reporters Associati e Archivi

La mostra raccoglie i suoi ritratti più belli, i cimeli e le tracce dei suoi film e dei suoi spettacoli, alternando immagini e racconti e immergendo lo spettatore in quello che è stato ed è ancora il più conosciuto volto del cinema italiano. Un percorso attraverso scritti, testimonianze, recensioni, oltre a un raro apparato fotografico che ritrae l’attore come non siamo abituati a ricordarlo, sul palco, vicino agli altri grandi nomi che hanno fatto la storia del teatro italiano, da Vittorio Gassman a Rina Morelli, da Paolo Stoppa a Eleonora Rossi Drago.

“La dolce vita”, 1960 – Cineteca Bologna Reporters Associati e Archivi

Cinema e teatro, le due anime di uno degli attori più importanti del nostro cinema, sono raccontate in dialogo costante grazie ai materiali conservati dalla Cineteca di Bologna, dallo stesso Mastroianni e da numerosi altri archivi (da quello dell’Istituto Luce a quello della Rai) con i quali è stato costruito questo percorso privilegiato che accompagna lo spettatore attraverso cinquant’anni di cultura e costume italiani.

> fino al 17 febbraio 2019
“Una vita tra parentesi”
Museo dell’Ara Pacis
Lungotevere in Augusta (angolo via Tomacelli)
Roma

info e biglietti:
www.arapacis.it