Libri sotto l’albero: il nuovo di Fabio Volo

È uno dei bestseller della stagione e si candida ad essere fra i regali più gettonati di questo Natale. È Il nuovo libro di Fabio Volo, “Una gran voglia di vivere” (Mondadori, pp 216, euro 19), il racconto di una crisi di coppia e del viaggio, fisico e interiore, per affrontarla. Volo ci porta ancora una volta a contatto con storie di personaggi che cercano se stessi perché la cosa più difficile spesso è ricordare chi siamo. Lo fa con il racconto toccante di un amore come tanti e dei suoi cambiamenti, di un viaggio e della ricerca di un dialogo ancora possibile.

La storia al centro del nuovo romanzo è quella di Anna e Marco. Il loro sembrava un amore in grado di mantenere le promesse. Adesso Marco non riesce a ricordare qual è stata la prima sera in cui non hanno acceso la musica, in cui non hanno aperto il vino. La prima in cui per stanchezza non l’ha accarezzata. Quando la complicità si è trasformata in competizione. Forse l’amore, come le fiamme, ha bisogno di ossigeno e sotto una campana si spegne. Forse, semplicemente, è tutto molto complicato.

Una gran voglia di vivere e gli altri libri di Fabio Volo li trovi alla LIBRERIA FELTRINELLI di Euroma2

 

 

Ferrante, il libro di Natale della scrittrice “geniale”

Dopo il grande successo dei quattro romanzi de “L’amica geniale” (12 milioni di copie vendute nel mondo) e della serie tv diretta da Saverio Costanzo e andata in onda sulla Rai nel 2018, c’era molta attesa per il ritorno in libreria di Elena Ferrante. Con “La vita bugiarda degli adulti” (Edizioni E/O, pp336, euro 19), l’autrice di cui non si conosce la reale identità, in tempo per Natale ci regala una toccante storia ambientata nella Napoli del Vomero, raccontata in prima persona dalla voce di una adolescente.

Protagonista del nuovo romanzo è Giovanna, una ragazzina che, umiliata da una frase del padre, si interroga sul proprio aspetto e sul suo legame con la famiglia paterna. Con l’arrivo della pubertà sopraggiunge la voglia di mettere ordine nella sua vita e nei suoi pensieri e Giovanna “oscilla tra la Napoli di sopra, che s’è attribuita una maschera fine, e quella di sotto, che si finge smodata, triviale. Oscilla tra alto e basso, ora precipitando ora inerpicandosi, disorientata dal fatto che, su o giù, la città pare senza risposta e senza scampo”. La ragazza matura così la consapevolezza che i genitori falliscono e gli adulti mentono.

La vita bugiarda degli adulti e i precedenti romanzi di Elena Ferrante li trovi alla LIBRERIA FELTRINELLI di Euroma2

Gramellini: il libro per il bimbo che non c’era

Quando è stata l’ultima volta che avete fatto qualcosa per la prima volta? Che avete scoperto qualcosa di inaspettato e avete provato un’emozione nuova? Sono le domande che danno il la alla storia autobiografica raccontata nel suo nuovo libro “Prima che tu venga al mondo” (Solferino, pp 165, euro 16). La storia è quella di un uomo che, superata la soglia dei cinquant’anni, diventa padre quando ormai, in famiglia e sul lavoro, si era adagiato su una perfetta vita da figlio. Che cosa può rompersi o scatenarsi all’improvviso?

Col nuovo libro, Massimo Gramellini fissa i momenti salienti di una trasformazione e di un’attesa. Nove capitoli, uno per ogni mese di «gravidanza», che compongono una lunga lettera, emozionante e ironica, destinata a un bambino che non c’è ancora mentre si fanno i conti con un padre che non c’è più. Una storia d’amore e di rinascita che ci ricorda come attraverso gli altri possiamo ritrovare in noi stessi infinite risorse e comprendere ciò che conta davvero. Perché se ”la vita è un gioco e vince chi ritorna bambino”, per riuscirci bisogna prima diventare adulti.

Prima che tu venga al mondo e gli altri libri di Massimo Gramellini li trovi alla LIBRERIA FELTRINELLI di Euroma2

 

Sotto il cielo sempre azzurro di Andrea Vitali

Si preannuncia come uno dei sicuri bestseller delle prossime feste il nuovo romanzo dell’instancabile Andrea Vitali, scrittore fra i più talentuosi del nostro panorama letterario. Com’è tradizione di Vitali,  anche nel suo nuovo lavoro “Sotto un cielo sempre azzurro” (Garzanti, pp 176, euro 16) si sorride e ci si commuove continuamente per quella che La Stampa ha definito “una favola umoristica che lascia sbalorditi”.

A muovere le vicende raccontate nel nuovo romanzo di Vitali è il nonno del giovane Mattia. Si chiama Zaccaria ed è un tipo alto, magro, con i baffi e un vocione che fa tremare i vetri alle finestre. Da quando è venuto a vivere in casa del nipote, dividendo con lui la camera da letto perché altro posto non c’è, le cose sono cambiate da così a così. Per Mattia la noiosa vita di figlio unico è come se avesse ingranato la quarta e… via nei boschi a imparare i versi degli uccelli e il modo che usano gli alberi per comunicare fra di loro, a cercare castagne o a raccogliere ciliegie arrampicati sui rami. E la sera, aspettando di addormentarsi, il suono della voce del nonno che racconta storie incredibili di luoghi e persone mai sentiti prima. Un paradiso! con un sacco di verde intorno e un cielo sempre azzurro. Una mattina, però, quando si sveglia, Zaccaria non sembra più lo stesso. È serio, nervoso, e non si capisce di cosa stia parlando. La diagnosi del medico non lascia dubbi: non si può più tenerlo lì. E per Mattia il mondo intero sembra crollare di colpo. Possibile che il nonno sia così grave e non si tratti invece di uno dei suoi scherzi? Oppure è entrato in una realtà tutta nuova che si apre solo davanti agli occhi di chi la sa vedere?

Sotto un cielo sempre azzurro e gli altri romanzi di Andrea Vitali li trovi alla LIBRERIA FELTRINELLI di Euroma2

 

Il nuovo romanzo di Sveva Casati Modignani

A un anno da “Suite 405” Sveva Casati Modignani è in libreria con un nuovo romanzo. “Segreti e ipocrisie” (Sperling & Kupfer, pp 272, euro 15,90) che riconferma lo stile narrativo che l’ha portata al successo in Italia e all’estero (i suoi libri sono tradotti in venti Paesi e hanno venduto oltre dodici milioni di copie).

Il nuovo romanzo della prolifica scrittrice milanese racconta la vicenda di una giovane donna, Maria Sole, e delle sue tre amiche Carlotta, Andreina e Gloria. Mentre cerca un po’ di pace nella bellissima Villa Sans-souci a Paraggi, che ha ricevuto in eredità dalla nonna materna, Maria Sole ripensa al grande inganno che ha determinato la fine del suo matrimonio poche settimane prima. Si chiede come abbia fatto a non accorgersi che suo marito non era quello che sembrava, pur conoscendolo sin dall’infanzia, e come i genitori di entrambi, che sospettavano da sempre, abbiano potuto tacere. Ripercorrendo i ricordi racchiusi nelle stanze della villa, la donna si rende conto che la sua famiglia è sempre vissuta di segreti, per non sporcare l’immagine della propria rispettabilità. Ma ora Maria Sole vuole scrollarsi di dosso tante ipocrisie e riprendere in mano la vita, anche per amore del suo bambino. Per fortuna, ha accanto le sue tre amiche soccorrevoli: Carlotta, Andreina e Gloria, pronte a sostenersi vicendevolmente nei momenti di difficoltà. Ognuna delle quattro «amiche del giovedì» – così le chiama la proprietaria del ristorante dove s’incontrano una volta a settimana – si affaccia al nuovo anno con una sfida da affrontare: chi un ritorno di fiamma, chi una gravidanza inattesa, chi una scelta d’amore che sconvolge ogni certezza. Di fronte a quelle svolte, la loro forza sarà il legame che le unisce come sorelle.

Segreti e ipocrisie e i precedenti romanzi di Sveva Casati Modignani li trovi alla LIBRERIA FELTRINELLI di Euroma2

 

De Giovanni: “vi presento Mina Settembre”

Con Il pianto dell’alba, uscito solo due mesi fa, Maurizio de Giovanni aveva chiuso il fortunato ciclo del commissario Ricciardi. Sgombrando il campo da ogni possibile malinconia per l’addio di Ricciardi, il popolare scrittore napoletano regala ai suoi lettori un nuovo protagonista, la detective Gelsomina Settembre detta Mina, e un nuovo ciclo di romanzi inagurato da “Dodici rose a Settembre” (Sellerio, pp 288, euro 14), appena arrivato in libreria.

«Mi chiamo Flor, ho undici anni, e sono qui perché penso che mio padre ammazzerà mia madre».
Gelsomina Settembre detta Mina, assistente sociale di un consultorio sottofinanziato nei Quartieri Spagnoli di Napoli, è costretta a occuparsi di casi senza giustizia. La affiancano alcuni tipi caratteristici con cui forma un improvvisato, e un po’ buffo, gruppo di intervento in ambienti dominati da regole diverse dall’ordine ufficiale. Domenico Gammardella «chiamami Mimmo», bello come Robert Redford, con un fascino del tutto involontario e una buona volontà spesso frustrata; «Rudy» Trapanese, il portiere dello stabile che si sente irresistibile e quando parla sembra rivolgersi con lo sguardo solo alle belle forme di Mina; e, più di lato, il magistrato De Carolis, antipatico presuntuoso ma quello che alla fine prova a conciliare le leggi con la giustizia.
Vengono trascinati in due corse contro il tempo più o meno parallele. Ma di una sola di esse sono consapevoli. Mentre Mina, a cui non mancano i problemi personali, si dedica a una rischiosa avventura per salvare due vite, un vendicatore, che segue uno schema incomprensibile, stringe intorno a lei una spirale di sangue. La causa è qualcosa di sepolto nel passato remoto. Il magistrato De Carolis deve capire tutto prima che arrivi l’ultima delle dodici rose rosse che, un giorno dopo l’altro, uno sconosciuto invia.
Mina Settembre e gli altri sono figure che Maurizio de Giovanni ha già messo alla prova in un paio di racconti. In Dodici rose a Settembre compaiono per la prima volta in un romanzo. Sono maschere farsesche sullo sfondo chiassoso di una città amara e stanca di tragedie. Un mondo di fatica del vivere che de Giovanni riesce a far immaginare, oltre all’intreccio delle storie, già solo con il linguaggio parlato dai vari personaggi di ogni strato sociale: ironico, idiomatico, paradossale, immaginoso.

Dodici rose a Settembre e i precedenti romanzi Maurizio de Giovanni li trovi alla LIBRERIA FELTRINELLI di Euroma2

 

Otto racconti gialli per i 50 anni di Sellerio

Celebrare mezzo secolo di pubblicazioni con una raccolta di racconti inediti affidati all’estro di alcuni dei suoi giallisti di punta. È l’idea da cui è nata “Cinquanta in blu. Otto racconti gialli” (Sellerio, pp 432, euro 15), la nuova speciale raccolta della storica casa editrice siciliana.

Per i cinquant’anni dalla fondazione della casa editrice di Palermo, otto «giallisti», compagni in tempi diversi della nostra storia, hanno ricordato un libro scelto tra gli oltre tremila del catalogo, quello che ha colpito ciascuno di loro per un qualunque motivo personale (non necessariamente l’essergli piaciuto di più), e ne hanno fatto l’elemento determinante di una nuova trama. Hanno scritto un racconto con un libro, dove questo è di volta in volta o una specie di movente o esplicita fonte di ispirazione Gli autori degli otto racconti sono: Gian Mauro Costa, Marco Malvaldi, Santo Piazzese, Francesco Recami, Alessandro Robecchi, Gaetano Savatteri, Giampaolo Simi e Fabio Stassi.

Cinquanta in blu. Otto racconti gialli di Sellerio lo trovi alla LIBRERIA FELTRINELLI di Euroma2

 

 

Il commissario Ricciardi ai saluti finali

“Vai amico mio. E porta con te il mio cuore”. Così Maurizio de Giovanni, tramite il suo profilo Facebook, ha salutato il commissario Ricciardi. Perché con “Il pianto dell’alba” (Einaudi, pp 280, euro 19) il giallista napoletano chiude il ciclo di uno dei protagonisti più amati dai lettori e che presto diventerà una fiction Rai diretta da Alessandro D’Alatri. La dodicesima e ultima avventura del popolare poliziotto napoletano è già un must delle letture estive di questo 2019.

Tutto il dolore del mondo, è questo che la vita ha riservato a Ricciardi. Almeno fino a un anno fa. Poi, a dispetto del buonsenso e delle paure, un pezzo di felicità lo ha preso al volo pure lui. Solo che il destino non prevede sconti per chi è condannato dalla nascita a dare compassione ricevendo in cambio sofferenza, e non è dunque su un omicidio qualsiasi che il commissario si trova a indagare nel torrido luglio del 1934. Il morto è l’uomo che per poco non gli ha tolto la speranza di un futuro; il principale sospettato, una donna che lo ha desiderato, e lo desidera ancora, con passione inesauribile. Così, prima di scoprire in modo definitivo se davanti a sé, ad attenderlo, c’è una notte perenne o se ogni giorno arriverà l’alba con le sue promesse, deve ancora una volta, più che mai, affrontare il male. E tentare di ricomporre, per quanto è possibile, ciò che altri hanno spezzato. Con un colpo di scena struggente il commissario Ricciardi chiude il suo ciclo.

Il pianto dell’alba e tutti gli altri romanzi di Maurizio de Giovanni del ciclo Ricciardi li trovi alla LIBRERIA FELTRINELLI di Euroma2

 

“Falso in bilancia”: estate con Selvaggia

Se i bestseller Dieci piccoli infami e Casi umani vi hanno strappato più di un sorriso e di una riflessione, quest’estate Selvaggia Lucarelli saprà intrattenervi con un nuovo e divertente romanzo appena pubblicato da Rizzoli: “Falso in bilancia” (pp 200, euro 17). Sottotitolo: Storia di una donna che preferisce entrare in una pasticceria che in una taglia 40…

Cosa succede se in gravidanza ingrassi di venti chili e il tuo ginecologo (insieme a una stramaledetta bilancia professionale) si trasforma nel nemico numero uno? E se hai una mamma che ti nutre a verdura e poco più perché a lei il cibo non interessa e che a un certo punto decide di fare lo sciopero della fame per solidarietà con Pannella? Cosa accade se la tua migliore amica ti dà della grassona per errore (suo) o se, a quarant’anni, ti fidanzi con un cuoco che vuole viziarti in ogni momento con succulenti manicaretti? Ecco, succede quello che Selvaggia ci racconta nel suo nuovo e spassosissimo libro, dove si confessa e ci mostra la realtà che (quasi) tutti noi viviamo costantemente: il conflitto con il nostro peso e con l’immagine che rappresenta in questa società che tenta incessantemente di condizionarci. Contando sul fatto che siamo tutti accomunati dallo stesso miraggio: quello che un giorno potremo scegliere un super potere che non sarà l’invisibilità, o passare attraverso i muri o volare. Sceglieremo di mangiare senza ingrassare. Convinti che il nostro sogno prima o poi si avvererà.

Falso in bilancia di Selvaggia Lucarelli ti aspetta alla LIBRERIA FELTRINELLI di Euroma2

 

Concita De Gregorio: la notte della politica

Un nuovo romanzo per Concita De Gregorio che dopo molto tempo torna a raccontare la politica. “Nella notte” (Feltrinelli, pp 240, euro 16,50), in circolazione da alcune settimane, è arrivato in libreria dopo l’assegnazione alla scrittrice lucchese del Premio Arrigo Benedetti 2019, riconoscimento dedicato alle migliori firme giornalistiche del nostro Paese.

Muovendosi tra la cronaca politica, descritta nei suoi retroscena con profonda conoscenza delle persone e delle storie reali, e il ritratto di Nora D. e Alice, due giovani donne costrette ad agire in un mondo ostile – e molto maschile –, con “Nella notte” Concita De Gregorio racconta una storia di potere esemplare: la matrice del presente, la minaccia perpetua sul futuro. Un romanzo teso, elettrico, che ha il respiro del thriller e la potenza del ritratto generazionale.

Nella notte e le precedenti pubblicazioni di Concita De Gregorio le trovi alla LIBRERIA FELTRINELLI di Euroma2