I “viaggi” di Vanessa e la moda di Elena Mirò

Prendersi il proprio tempo per fermarsi, per ricordare e per rivivere momenti speciali: viaggi, emozioni, appunti ritrovati, fotografie che riscaldano il cuore. La filosofia del cosiddetto slow living è il filo conduttore della collezione Primavera-Estate 2019 di Elena Mirò, disegnata in collaborazione con Vanessa Incontrada e presentata lo scorso febbraio durante la Fashion Week di Milano nel flagship store di Piazza della Scala.

“Per disegnare la collezione Primavera-Estate di quest’anno – ha raccontato Vanessa Incontrada – mi sono ispirata a qualcosa che ho molto a cuore: sentirmi bene e far sentire bene le persone. Lavorare con il team di stile e l’Atelier di Elena Mirò, mi aiuta tantissimo in questo: abbiamo tutto il tempo che serve per scegliere un tessuto, una trama. Capita che un capo venga fatto e rifatto diverse volte per renderlo esattamente come ci siamo immaginati ed essere sicuri che una volta indossato regalerà una sensazione di benessere. Sposo appieno l’idea del prendersi il proprio tempo: amo Milano, la sua frenesia e la moda ma a volte prendermi una pausa nella tranquillità di Follonica, mi permette di pensare alla collezione senza distrazioni inutili”.

Il mood della capsule di Elena Mirò disegnata da Vanessa Incontrada è dunque fatto di evasione verso mondi lontani, il mix and match di espressioni culturali diverse. Sofisticate stampe foliage evocano le atmosfere zen di serre orientali, percorse da donne vestite di materiali naturali e fluidi come gli impalpabili spolverini coulissati in sete preziose.

Le ceramiche colorate di Tunisi prendono vita in stampe tridimensionali per abiti lunghi e caftani leggeri, per poi spaziare dall’altra parte del mondo, verso i tersi orizzonti del west: il jeans, le stampe bandana che sanno di azulejos…

Si viaggia con i ricordi, e compaiono i tramonti gialli dell’Africa, dove trovano posto mix di stampe tribali come piccole ombre in controluce, sahariane di lino che diventano blazer, camicie safari che diventano chemisier, tappeti di Nairobi come ispirazione per elaborati cardigan jacquard. Tutto è espresso seguendo il codice stilistico del brand: un modo di vestire rilassato, non rigoroso, decostruito, sempre attento alle stampe, raffinate e di carattere.

La nuova collezione di ELENA MIRO’ la trovi allo store di Euroma2. Ti aspettiamo!

Patrizia Pepe: styling in movimento

Le strade soleggiate di Los Angeles e l’obbiettivo del fotografo francese Cederic Buchet. Protagonista della nuova campagna pubblicitaria di Patrizia Pepe per la collezione Primavera/Estate 2019 è un gruppo di amiche che vivono l’esperienza del viaggio come un’occasione unica per esplorare nuovi scenari, nuovi stili e nuovi modi di sentirsi più libere e irriverenti.


Sullo sfondo degli edifici di Venice Beach, tra scenari urbani e contrasti di luce, le partners in crime di Patrizia Pepe celebrano il potere della femminilità moderna indossando i capi e gli accessori della nuova stagione in un mix unico di eleganza glamour e sensualità.

Trasparenze sottili, stampe impalpabili e monocromie essenziali si contrappongono alle silhouette non-convenzionali definite da tagli asimmetrici e drappeggi sofisticati.

Le sovrapposizioni street-style lasciano spazio al gusto sartoriale dei tessuti che stringono l’occhio al menswear.

Le maxi scritte ed il logo oversize esaltano le forme più inedite, mentre dettagli di frange ondeggianti e borchie metalliche illuminano i look della stagione.

L’iconica Sleepy Fly bag segue ogni passo di un’avventura on the road che mixa costantemente classico e contemporaneo, tendenza athleisure (lo sportswear che incontra l’abbigliamento formale) e raffinatezza urbana, styling in movimento e desiderio di seduzione.

Vieni a scoprire la collezione Primavera/Estate 2019 di PATRIZIA PEPE allo store di Euroma2: ti aspettiamo!