Sulla luna con Stefano Benni

Quest’estate compie 70 anni e da almeno 40 regala ai lettori pagine indimenticabili per ironia, creatività e immaginazione. Romanzi e antologie di racconti come Bar Sport, Terra!Il bar sotto il mare, La compagnia dei celestini, Baol, Comici spaventati guerrieri, Saltatempo, Margherita Dolcevita e Spiriti hanno fatto scuola e divertito intere generazioni.
A testimonianza di una verve creativa che è ancora vivissima, Stefano Benni ha recentemente pubblicato “Prendiluna” (Feltrinelli, 224 pp, euro 16,50), un nuovo libro ricco di spumeggianti invenzioni letterarie. Protagonista è un gatto fantasma che affida a Prendiluna, una vecchia maestra in pensione, una Missione da cui dipendono le sorti dell’umanità.

Stefano Benni e Ambra Angiolini – Photo: Alberto Scarpinato / IPA

Pagina dopo pagina, il libro si illumina di personaggi magici, comici, crudeli. Dolcino l’Eretico e Michele l’Arcangelo – forse creature celesti, forse soltanto due matti scappati da una clinica, che vogliono punire Dio per il dolore che dà al mondo. Un enigmatico killer-diavolo, misteriosamente legato a Michele. Il dio Chiomadoro e la setta degli Annibaliani, con i loro orribili segreti e il loro disegno di potere. Ci sono poi altri vecchi allievi di Prendiluna: Enrico il Bello, Clotilde la regina del sex shop, Fiordaliso la geniale matematica.

Photo: Alberto Scarpinato / IPA

E il dolce fantasma di Margherita, amore di Dolcino, uccisa dalla setta di Chiomadoro. E conosceremo Aiace l’odiatore cibernetico e lo scienziato Cervo Lucano che insegna agli insetti come ereditare la terra. Conosceremo i Diecimici – come Sylvia la gatta poetessa, Jorge il gatto telepatico, Prufrock dalle nove vite – e poi Hamlet il pianista stregone, il commissario Garbuglio che vorrebbe diventare un divo dello schermo, e l’ultracentenaria suor Scolastica, strega malvagia e insonne in preda ai rimorsi…

Prendiluna, così come gli altri innumerevoli titoli della bibliografia dello scrittore bolognese, vi aspetta alla LIBRERIA FELTRINELLI di Euroma2.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *