“M”, il romanzo-capolavoro di Antonio Scurati

La critica lo ha definito un esperimento narrativo mai tentato prima in Italia e i lettori lo hanno incoronato fra i maggiori bestseller del 2018. “M. Il figlio del secolo” (Bompiani, pp 848, euro 24) di Antonio Scurati è il primo romanzo sul fascismo raccontato attraverso Benito Mussolini, il figlio di un secolo che ci ha reso quello che siamo.

Definito da Roberto Saviano “un capolavoro” nonché “il romanzo che l’Italia aspettava da decenni”, M. Il figlio del secolo è un’autobiografia immaginaria di Benito Mussolini in cui d’inventato non c’è comunque nulla. Al contrario, ogni singolo avvenimento, personaggio, dialogo o discorso è storicamente documentato o autorevolmente testimoniato da più di una fonte. È la storia dell’Italia tra il 1919 e il 1925, dalla fondazione dei Fasci italiani di combattimento al delitto Matteotti, la storia di un Paese che si consegna alla dittatura, la storia di un uomo che rinasce molte volte dalle proprie ceneri. La storia della Storia che ci ha resi quello che siamo. Il risultato è un romanzo documentario impressionante non soltanto per la sterminata quantità di fonti a cui l’autore attinge, ma soprattutto per l’effetto che produce. Fatti dei quali credevamo di sapere tutto, una volta illuminati dal talento del romanziere, producono una storia che suona inaudita e un’opera senza precedenti nella letteratura italiana. Raccontando il fascismo come un romanzo, per la prima volta dall’interno e senza nessun filtro politico o ideologico, Scurati svela una realtà rimossa da decenni e di fatto rifonda il nostro antifascismo.


M. Il figlio del secolo e gli altri romanzi di Antonio Scurati li trovi alla LIBRERIA FELTRINELLI di Euroma2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *