La tavola delle feste, tra bon ton e originalità

Tutto deciso per i pranzi e le cene di queste feste? Avete già pensato anche a come decorare la tavola a Natale e a Capodanno? Tra bon ton, tradizione e originalità ecco alcuni utili suggerimenti da riprodurre per una mise en place perfetta.

La palette dei colori
Per prima cosa scegliete il set di colori che intendete utilizzare: seguendo le scelte cromatiche fatte non si rischia di incappare in errori, di mettere oggetti che non stanno bene. Colori base: rosso, blu, oro, argento, bianco, verde.

Tovaglia o runner?
Uno dei primi elementi da curare per l’allestimento della tavola di Natale, è di sicuro la tovaglia. Se avete in mente una tavola classica, sceglierete la tovaglia. Se preferite una mise en place più moderna ed avete un bel tavolo, il runner farà al caso vostro. Le opzioni sono davvero tante e la scelta va fatta seguendo sia lo stile che la palette di colori preferita. Tra le idee possibili, c’è la classica tovaglia bianca oppure il classico rosso con particolari bianchi o oro.

Centro tavola e decorazioni
Il centro tavola svolge un ruolo molto importante, ed è una delle prime cose da organizzare. La forma della tavola, ovviamente, influenza la forma del centrotavola. Alberi in miniatura, candelabri, candele natalizie, rami di pino, pigne, palline natalizie, piccoli vasetti in vetro con tealights, il centro tavola non deve essere né troppo piccolo per non scomparire né troppo grande e alto per non ostacolare la vista tra i commensali.

Il tovagliolo
Il tovagliolo sarà coordinato alla tovaglia, possibilmente di grande dimensione. Rigorosamente in tessuto, può essere anche di colore contrastante con la tovaglia. Potete impreziosirlo con un semplice nastro di raso colorato oppure una pigna accompagnati da un bigliettino con il nome dell’invitato.

Il sottopiatto
Il sottopiatto è la base, il centro del placé e richiama subito un’atmosfera raffinata. Sceglietene uno coordinato alla palette dei colori e allo stile della vostra tavola.

I piatti
Anche la scelta dei piatti è importante. L’utilizzo di servizi diversi da quelli usati ordinariamente può rappresentare una mossa apprezzata. A seconda della tipologia di allestimento scelto per la propria tavola, i piatti possono avere forme e colori molto vari. Scegliendo, per esempio, di abbinarli al colore della tovaglia, è possibile utilizzare dei piatti semplicemente bianchi o con elementi decorativi dorati. Se la tovaglia è rossa, invece, per una base bianca o comunque neutra, si può osare con la scelta dei colori, ricorrendo anche all’oro e all’argento.

Le posate
Prediligete posate d’argento e ricordatevi di non esagerare con il numero di posate, l’ideale è che siano corrispondenti al numero delle portate. Se queste sono troppe è meglio limitarsi a un massimo di tre posate per lato, le altre saranno aggiunte man mano, in base alle necessità.

I bicchieri
Un pranzo di Natale è l’occasione perfetta per mettere in tavola la cristalleria importante che di solito non usiamo. In alternativa, anche i classici calici e bicchieri di tutti i giorni possono andare bene, l’importante è che vengano posizionati in alto a destra rispetto al piatto e in questo ordine: bicchiere dell’acqua, del vino e flûte.

Il segnaposto
Trasformate il classico segnaposto in un oggetto per ricordare quel momento, qualcosa che l’ospite potrà portare via con sé, un piccolo cadeaux per ogni invitato: una candela, un alberello in argento, una pigna decorata… liberate la vostra fantasia e creatività.

La tavola è pronta ad accogliere i vostri ospiti: accendete le candele e godetevi la compagnia di amici e parenti: auguri!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *