Giallo nella Milano dei tempi nuovi

Uno studente modello ucciso con un colpo alla tempia e un uomo svanito nel nulla. Sono gli indizi che danno vita al nuovo noir di Alessandro Robecchi, “I tempi nuovi” (Sellerio, pp 448, euro 15), un romanzo che segna il ritorno della Milano di Carlo Monterossi, “autore televisivo e investigatore per caso”.

Con puntuale abilità, a un anno di distanza da “Follia maggiore” (anch’esso pubblicato da Sellerio), Alessandro Robecchi firma un noir d’alta scuola, costruendo un intreccio che è come un meccanismo perfetto in cui ogni ingranaggio porta il lettore con totale naturalezza dove è più sorprendente ritrovarsi. Al centro del nuovo romanzo c’è uno studente universitario che viene trovato morto dentro la sua utilitaria. Le mani legate al volante, un colpo in testa e un foro di proiettile preciso alla tempia, i calzoni abbassati. Del caso si occupano i sovrintendenti Ghezzi e Carella, ed è un’indagine che si presenta lunga e complessa, dove gli indizi, anziché mancare, sembrano troppi. Intanto, Gloria Grechi, impiegata di media condizione, donna dal fascino e dall’atteggiamento elusivi, si presenta presso la neonata agenzia investigativa di Oscar Falcone, non specchiatissimo amico e compare di guai di Carlo Monterossi: vuole che le ritrovino il marito improvvisamente scomparso. Ma la cliente non dice tutto, non spiega perché non si rivolge alla polizia, non chiarisce i suoi misteriosi comportamenti. Presto piste, indizi e vicende convergono in un intreccio in cui le vite si mischiano: gli inseguiti possono diventare inseguitori, i giocatori pedine, i traditori traditi a loro volta…

I tempi nuovi e gli altri romanzi di Alessandro Robecchi li trovi alla LIBRERIA FELTRINELLI di Euroma2

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *