Georges Simenon: sulle tracce del sospettato

A tutti gli amanti del poliziesco non sarà sfuggito l’arrivo in libreria di un altro libro di Georges Simenon, riconosciuto maestro del genere e autore di circa 500 romanzi tradotti in più di cinquanta lingue e pubblicati in oltre quaranta paesi. A trent’anni dalla morte del grande scrittore francese di origine belga, Adelphi ha pubblicato “Il sospettato” (pp 140, euro 18), un’altra intrigante storia uscita dalla penna del creatore del commissario Maigret.

Al centro della storia de Il sospettato c’è la figura di un anarchico francese, Pierre Chave, che in una notte di pioggia scrosciante, attraversa illegalmente la frontiera tra il Belgio e la Francia (dov’è ricercato per diserzione), consapevole che la sua sarà una corsa contro il tempo: per impedire che una bomba scoppi in una fabbrica di aerei, nella periferia di Parigi, facendo decine di vittime innocenti, deve a ogni costo riuscire a trovare Robert, il «ragazzino» infelice e bisognoso di affetto che, dopo averlo venerato come un maestro, si è sottratto alla sua influenza lasciandosi indurre a compiere un attentato. Pierre deve salvare gli operai della fabbrica – e deve salvare lo stesso Robert dal macchiarsi di una colpa orrenda. Perché, pur avendo strenuamente creduto nell’ideale anarchico, è contro la violenza e sa che il terrorismo come metodo di lotta politica è una strada senza uscita. Ma la sua è una missione quasi disperata: perché su di lui pesano non solo i sospetti della polizia, ma anche quelli dei suoi stessi compagni, convinti che sia stato lui a tradirli…

Il sospettato e gli altri romanzi di Georges Simenon li trovi alla LIBRERIA FELTRINELLI di Euroma2

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *